www.maridelsud.com

Le chiese più belle della Calabria: Paola

Home|Index|FOTO u

 Nino Calarco: webmaster, ideaz., progettazione, testi, fotografia

 

L'imponente complesso sorge poco distante dalla parte alta della città, nella gola del torrente di Isca.  

E' un posto suggestivo, dal quale si gode un bel panorama.  

La basilica emana un intenso senso di spiritualità e si può notare dalla grande venerazione per il santo che con i suoi miracoli ha affascinato anche scrittori e pittori.

 La basilica ha la facciata in forme rinascimentali in basso e barocche in alto, fu ampliata due volte e restaurata per volere di Isabella di Toledo, dopo essere stata saccheggiata dai corsari turchi. Nel Settecento fu decorata di stucchi.

L'interno è a due navate di diversa lunghezza. Nella navata maggiore sono visibili gli archi e le volte ogivali della costruzione originaria e un bell'affresco del Taumaturgo.

  In fondo, si apre la cappella del santo in stile rinascimentale. Sull'altare, troviamo una tavola raffigurante S. Francesco d'Assisi, mentre l'altra a fianco più recente raffigura il Taumaturgo paolano.

Sotto l'altare, si trova l'urna contenente parte delle reliquie del Santo. Altre si trovano dentro un armadio con una cornice d'argento contenente anche un busto in argento del santo, collocato alla parete sinistra. Sulla parete absidale della navata principale si può ammirare la "Madonna degli Angeli".

Arricchiscono la basilica altre tele, statue in argento e in legno.

A destra del pronao si accede nel Chiostro quattrocentesco con volte a crociera.

Dal Chiostro si passa al convento, ricco di numerose opere d'arte e di tele del Seicento-Settecento, e di una biblioteca che custodisce preziosi manoscritti, pergamene e libri rari. 

Dal pronao si accede alla destra della basilica, dove è possibile fare un itinerario nei luoghi che ricordano i miracoli compiuti da S. Francesco nei dintorni del Santuario: la "fornace del miracolo", dove il frate fece sorgere dalle fiamme il proprio agnello Martino; la "cucchiarella", una sorgente nella quale l'acqua mantiene sempre lo stesso livello; il "ponte del diavolo" e il "macigno pendulo", bloccato in bilico dal Taumaturgo mentre stava precipitando.

 

     

 p Torna su       t Home|Index|FOTO u

SK

 Risoluzione racc.: 800x600 pixels - 16 mil. colori Browser minimo indicato: Internet Explorer 4.0 - Netscape Navigator 3.0.

 

 e-mail: webmaster@maridelsud.com

 by Spider kap