www.maridelsud.com

Tradizioni civili

  Home|Index

  Nino Calarco: webmaster, ideaz., progettazione - Www: trattamento testi

 

 Introduzione

Le superstizioni u

 Il fidanzamento

 Nozzealbanesi

 Patruni e sutta

 I proverbi

 Le mavare

 

   

 

Le superstizioni e i pregiudizi, svariatissimi negli strati sociali di ciascun popolo, sono spesso sopravvivenze di idee, concezioni, usanze antichissime aventi radici in un modo di pensare arcaico che, diffuso soprattutto nella civiltà contadina, può ritenersi superato dai tempi, tanto da poter sembrare ridicolo anche a coloro che lo mettono in pratica per abitudine o per voce tramandata.

Sono, comunque, espressioni delle tradizioni, pezzi del passato, di qualcosa che è svanito nel tempo ma che lascia delle tracce che non possono essere cancellate e a cui, spesso, si fa ricorso con una nota di umorismo per ripercorrere le tappe che hanno determinato i cambiamenti della vita dell’uomo.

Il malocchio o “iettatura”è una delle superstizioni ancora diffuse in Calabria.

Capita spesso di sentir dire che la morte di un animale domestico sia da attribuire all’influsso malefico di qualcuno che lo ha “ adocchiato” o che l’uva già matura sia rinsecchita perché “adocchiata” dal vicino mezzadro, noto iettatore.

Per combattere l’influenza maligna degli iettatori, che in ogni paese sono ben  individuati ed evitati, sono noti alcuni rimedi: avere in tasca dei granuli di salgemma o appendere al collo dei bambini e delle bestie un cuoricino di stoffa con dentro incenso, sale e fronde d’ulivo o procurarsi un chiodo o altro piccolo oggetto appuntito.

 

 

Poiché si crede che il malocchio sia provocato dall’augurio maligno espresso dallo iettatore, si fa ricorso spesso al simbolo per eccellenza di buon augurio, cioè le corna, che hanno il potere di allontanare il malocchio da tutta la casa, dalla fattoria, dalla bottega o dalla bettola.

Con le corna di buoi o caproni si è soliti adornare gli edifici, mentre cornicini di corallo, di avorio e di madreperla vengono comunemente allacciati intorno al collo dei bambini.

 

Altre superstizioni

- Per scacciare ogni cattivo augurio, quando una processione religiosa o un corteo funebre passano davanti alla casa di un ammalato, costui deve essere sollevato nel letto e messo a sedere.

- Il prurito all’orecchio destro indica che qualcuno sta sparlando, mentre quello all’orecchio sinistro è rivelatore di lode.

- Il moscone, il calabrone o altra farfalla di tinta scura sono portatori di sciagura mentre la farfalla bianca annuncia lieti eventi.

- Il vento improvviso ed impetuoso annuncia una morte violenta.

- Moriranno nello stesso giorno due persone che sbadigliano contemporaneamente.

- E’ buon segno se un grillo salta addosso, se una lucertolina si introduce in casa, se si trova per strada un ferro di cavallo.

- Il pigolio notturno della civetta è di cattivo presagio; la sua permanenza in un luogo reca fortuna, mentre il suo sguardo fugace porta sfortuna.

- Olio e sale che cadono inavvertitamente portano male, mentre il vino che si rovescia è segno di allegria.

 

 

 SK

p Torna su     t Indietro|Home|Index|Foto|Avanti u

 

  tutti i diritti riservati - mail: webmaster@maridelsud.com

 

  Risoluzione racc.: 800x600 pixels - 16.000.000 colori Browser minimo indicato: Internet Explorer 4.0 - Netscape Navigator 3.0.

 by Spiderkapp