www.maridelsud.com

Le isole Eolie

t Home|Index|Foto u

Nino Calarco: webmaster, ideaz., prog., foto - Www: consulenza e trattamento testi - Angela E. Calarco: committenza locale.

 

  Alicudi u

  Filicudi 

  Vulcano 

  Immagini  uu

 

Alicudi, antica Ericusa, per la presenza dell’erica sui pendii e nelle valli.

E’ un vulcano spento che parte da 1500 metri sotto il livello del mare per raggiungere i 675 del Monte Filo dell’Arpa.

E’ la più occidentale delle isole per cui, nonostante sia priva di insenature, è stata un punto di riferimento per i navigatori del passato.

L’isola conserva tutto il suo fascino naturale: non ci sono strade, non si vedono auto, motorini e biciclette ma solo una miriade di scalinate di pietra lavica, che conducono fino alla vetta dell’isola, dove si può andare solo a piedi o con gli asinelli che trasportano merci e bagagli dal porto alle case.

I resti di un insediamento della prima età del Bronzo, vicino allo scoglio di Palumba, documentano la presenza di abitanti sin dalla preistoria.

Alicudi, come le altre isole ha subito secoli di incursioni piratesche che hanno indotto gli abitanti alla fuga con conseguente spopolamento fino al 1600.

A quota 500 m c’è il villaggio di Montagna, ormai abbandonato e in rovina, costruito in alto proprio per difendersi dai corsari.

Il “timpune delle femmine”, una zona difficilmente raggiungibile, dove si nascondevano le donne e i bambini, testimonia quei tragici periodi.

 

 

Dopo il 1600 l’isola si è ripopolata, ma oggi non raggiunge i 1500 abitanti che si dedicano soprattutto all’agricoltura, non molto fiorente per la mancanza dell’acqua, e alla pesca.

Una particolarità unica dell’isola sono i rifriscaturi, soffioni freddi emessi da cavità sotterranee, utilizzati anticamente come frigoriferi naturali.

Unico monumento la chiesa di San Bartolo, ricostruita nel 1821 sui resti della seicentesca sacrestia.

Lungo la costa sono da ammirare la Rupe del Perciato, la punta dello Scario Vecchio, piccola grotta con un pilastro, scavata dal mare, lo scoglio Galera, ricco di flora e di fauna, un’alternanza di sottili colonne di lava dette Fili che spesso intersecano, dalla cima al mare, il susseguirsi di rocce vulcaniche e grandi valloni di detriti lavici sgretolati.

 

 

 Sk

p Torna su        t Home|Index|Foto u

 

  tutti i diritti riservati - mail: webmaster@maridelsud.com

 

  Risoluzione racc.: 800x600 pixels - 16.000.000 colori Browser minimo indicato: Internet Explorer 4.0 - Netscape Navigator 3.0.

 by Spiderkapp