www.maridelsud.com

 Corfù: Escursione luglio 2002

t Home|Index|Foto u

  Nino Calarco: webmaster, ideaz., prog., fotografia, testi

 

Grecia, Isole Ionie, Corfù: Paleokastritsa - La mitica terra dei Feaci, di Alcinoos e di Nausicaa, con la collinetta a "... forma di piramide..." di cui parlava Ulisse. Proprio da questo porto naturale partì Ulisse  per tornare nella sua patria con la nave ingovernabile messa a disposizione da re Alcinoo.

Nella foto, in alto a destra, il monastero Ortodosso.

 

BREVE PRESENTAZIONE DI PALEOKASTRITSA

 A nord-ovest dell’isola di Corfù si estende la suggestiva Paleokastritsa.

Con i suoi sei golfi, la finissima sabbia delle sue spiagge, le maestose rocce, gli scogli multiforme e una verdissima vegetazione è una delle fasce costiere più belle, molto simile, per le caratteristiche fisiche e per il fascino che emana, al miglior tratto dell’isola di Capri.

Presso le rocce di Capo Arilla si ritiene fosse ubicato il mitico palazzo di Alcinoo, re dei Feaci, dove fu anche ospitato Ulisse.

Nel porto dei Feaci (foto sopra) di re Alcinoo (Alkinoos) si trovavano le navi ingovernabili, che venivano costruite con delle tecniche peculiari e misteriose che solo i Feaci conoscevano. Quando esse venivano catturate dai nemici, che ignoravano tali segreti, si rendevano, appunto, ingovernabili e, di conseguenza, inutilizzabili.

 Foto  »

 

Sull'altura che domina il centro turistico di Chora è situato il monastero ortodosso di Zoodochou Pighis, la cui origine risale al 1225.

Oggi rimangono solo gli edifici costruiti nel XVIII e XIV sec. Nella chiesa ortodossa si trovano delle icone bizantine: una di esse è ritenuta miracolosa ed è meta di continui pellegrinaggi.

All'interno del monastero vi è un piccolo museo: in un'ala di esso, sono esposte molte icone di origine bizantina e metabizantina e molti altri oggetti dello stesso periodo, mentre, in un altro settore si trova una ricca raccolta di conchiglie ed enormi ossa di un animale marino sconosciuto.

Nel mare antistante il monastero si trovano due isolette, quasi degli scogli. Una di esse, detta Kolovri meglio conosciuta col nome di Petrocaravo (nave di pietra) per la sua forma vagamente somigliante a una nave antica, è ricca di leggende.

Una di esse racconta che quando  una nave di pirati algerini tentò di saccheggiare il monastero, il padre superiore pregò Iddio affinché trasformasse quella nave in pietra.  Iddio accolse le sue preghiere.

Secondo un'altra leggenda, l’isola è la  nave dei Feaci di re Alcinoo che accompagnò Ulisse nella sua patria, Itaca. La nave quando oramai giunta vicino alle coste della patria  Poseidone la trasformò in roccia per punizione.

 

SK

pTorna su    t Home|Index|@ | Foto u

  

 tutti i diritti riservati - mail: webmaster@maridelsud.com

 

Risoluzione racc.: 800x600 pixels - 16.000.000 colori Browser minimo indicato: Internet Explorer 4.0 - Netscape Navigator 3.0.

 By Spider kapp