www.maridelsud.com

La parrocchia: le chiese, i possedimenti

Home|Index|Foto

  Nino Calarco, webmaster,  ideaz., prog., testi, fotografia - Veronica Aretini: testi

 

 Index

 Quadro ambientale

 Agli albori della civiltà

 Dal VIII a.C. al 1783

 Situazione di fine 700

 Dall'800 al 1830

 Dal 1831 al 1860

 Dal 1861 al 1940

 La II guerra mondiale

 Dal 1950 al 1984

 Regione Calabria

 Toponomastica

 Paesaggio agrario

 La parrocchia:

     - Notizie storiche

     - La chiesa

     - Funzioni Religiose

 Personaggi Illustri:

     - Marilena Licandro

     - Don Calarco

     - Gaetano Griso

 Le frazioni:

    - Introduzione

    - Il capoluogo

    - Acquacalda

    - Colelli

    - Favani

    - Melia

    - S.Angelo

    - Sanperi

     - S.Giorgio

    - Lipiani

 La cucina:

    - Cucina Antica
    - Cucina tradizionale

 Letture:

    - Introduzione

    - Il Focatico

    - Cenisia e Roboreto

    - Una madonna negli USA

 Foto/Immagini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chiesetta di Gesù e Maria

 

 

 

I possedimenti

La Chiesa Parrocchiale di S. Roberto intitolata a S. Giorgio Martire si trovava situata nella parte centrale della Parrocchia, di forma rettangolare lunga Palmi 72 circa (dove 1 Palmo m. 0,264) pari a circa m. 19, larga Palmi 32 pari a circa m. 8,44 alta Palmi 29 pari a circa m. 7,65; con un soffitto di tavole senza ornamento e rivestita di stucco lucido con il pavimento a quadretti di creta. Ogni cosa si trovava in buono stato, anche se non esisteva né cupola né cono, ma vi erano 9 lumi in buone condizioni.

Aveva una sola porta grande d'ingresso ad oriente ben garantita.

Era isolata da ogni lato eccetto il lato del campanile a cui era attaccato un forno di una casa contigua costruita in età più remota.

Anticamente la Parrocchia era stata benedetta, anche se non si conosceva né da chi né quando ciò fosse accaduto mancando qualsiasi commemorativo.

Non si aveva titolo di fondazione, ma era da sempre ritenuta come Chiesa Parrocchiale comunale. L'altare maggiore era di marmo con colonne di stucco lucido. Inoltre vi erano altri 4 altarini della Madonna del Rosario, del Crocefisso, di S. Giuseppe e delle Anime del Purgatorio.

Il Santissimo Sacramento si conservava all’Altare Maggiore ed il ciborio era di marmo rivestito di tavole foderate con drappi di seta, il tutto in buono stato.

Vi era all'altare maggiore il quadro di S. Giorgio e agli altari i quadri corrispondenti dove il Crocefisso era al quarto altare. Gli altarini erano di stucco lucido tranne quello del Crocefisso che invece era di marmo.

La statua di S. Giorgio era di legno su cavallo con elmo d'argento (del valore di Ducati 120 pari a circa £. 510), corazza d’argento (del valore di Ducati 130 pari a circa £. 552,5), speroni d'argento (per un valore di Carlini 18 pari a circa £. 8), spalline d’argento (di Ducati 6, pari a circa £. 25,5),

lancia d'argento (di Ducati 30 pari a circa £. 127,5), briglia e staffe d'argento (di Ducati 4 pari a circa £. 17 con un fiore e scudo d'argento di Ducati 30 pari a circa £. 127,5) e bara di legno (costata Ducati 50 pari a circa £. 212,5).

Ancora la statua della Madonna del Rosario di legno (costata Ducati 72 pari a circa £. 306), teneva un bambino in braccio, la corona d'argento della Madonna (di Ducati 70 pari a circa £. 297,5), quella del bambino (di Ducati 36 pari a circa £. 153).

Nella Parrocchia non vi erano reliquie, eccetto quelle di S. Giorgio incastrate nella corona.

Il Presbiterio era lungo circa Palmi 12 pari a m. 3,16 e largo Palmi 32, pari a circa m. 8,44, sulla sinistra vi era una divisione di tavole dipinte a forma di grande stipo, dove venivano conservate le statue. Vi era anche una orchestra di legno sulla porta di ingresso con organo.

L'orchestra era larga quanto la Chiesa e lunga Palmi 18 circa (pari a m. 4,75), vi si entrava attraverso una scala interna alla Chiesa e dalla medesima scala si saliva al Campanile che era attaccato alla facciata della Chiesa.

Nel campanile ricostruito dopo il grande terremoto del 1783 vi erano due campane una del peso di Kg. 267,27 e l'altra di circa Rotoli 40 (dove 1 rotolo di 1000 Trappesi = Kg. 0,890), pari a circa Kg. 35,6.

Vi era anche un orologio che segnava ore e quarti del prezzo di circa Ducati 100 pari a £. 425 a carico del Comune.

Il Sagrestano era a carico del Comune che gli passava ducati 9 annui pari a circa £. 38,25, oltre a piccoli proventi della Chiesa.

Per il solo culto, il Comune versava ducati 12 annui pari a circa £. 51 mentre stanziava per l'Economo ducati 30 pari a £. 127,5 ed al Predicatore quaresimale Ducati 18 pari a £. 76,50 circa.

Poco distante dalla Chiesa Parrocchiale vi era la Chiesetta di Gesù e Maria fatta a cooperazione e a concorso del popolo.

Essa in passato si manteneva con una confraternita approvata con Regio Decreto, ma al presente quest'ultima era stata sciolta e la Chiesa si manteneva con le sole elemosine dei fedeli ma a stento, tanto che per mancanza di sacerdoti e di mezzi non era più frequentata.

La Chiesa Parrocchiale possedeva:

-   Un fondo a vigneto in contrada S. Marini di circa Miglia 30 (dove il Miglio di 60 al grado = 7000 Palmi = m. 1851,851).

Nelle stagioni più proficue dava al Parroco circa Salmi 10 di mosto (dove la Salma di 100 Quadrucci = 1.107,147) pari a poco più di 1 Ettolitro. 

Inoltre dal ficheto ricavava Kg 50 di fichi secchi e, dal ciliegeto q.li 2 di ciliege.

Un fondo olivetato dell'estensione di circa Quattronate 4 (dove 1 Quattronata = Are 11,412 e dove Are 33,648 = mq. 3364,8) pari a circa mq. 5000 dove la massima rendita era di Cafisi 4 (dove il Cafiso o Cafizo era una misura locale il cui valore comune era generalmente attribuito come equivalente a 1.16) ogni biennio e Tomoli 5 (dove 1 Tomolo = l. 55,545 per gli aridi) di biade Un fondo in contrada i Piani a castaneto ceduo per uso di cerchi: ogni 4 - 5 anni il taglio dava una rendita pari a circa ducati 60 equivalenti a £. 255. Instrumento rogato dal notaio Putortì nel 1859.

I censi esigibili erano pari a ducati 30 cioè a £. 127,5 circa tuttavia, per i beni immobili così come per le ricchezze mobili, non vi erano né carte né titoli.

 

 

 

 Sk

Torna su         Home|Index|Foto

 

Tutti i diritti riservati - webmaster@maridelsud.com

 

   Sul web dal 1997

 by Spiderkapp