www.maridelsud.com

Lido "Rada dei Giunchi" di Reggio Calabria

t Home|Index|Avanti u

Nino Calarco webmaster, ideaz., prog., fotografia

 

Reggio Calabria presenta un assetto territoriale di città litoranea. In questo contesto il Lido Comunale è posizionato nella "Rada dei Giunchi" che si trova a nord del centro storico di Reggio.

Il complesso balneare si apre sullo scenario naturale dello Stretto di Messina, dietro il degradare della città verso il suo bellissimo lungomare.

Questo centro balneare, nel passato, é stato il cuore pulsante della vita mondana, culturale e artistica di Reggio.

In questa Rada, attorno agli anni venti, venne costruito un piccolo stabilimento balneare in legno su palafitte tra la battigia e il mare.

Su queste palafitte, divise in due settori, vi erano locali destinati alle donne e locali destinati agli uomini. 

Dai camerini, tramite una botola e una scala, si scendeva direttamente in acqua, ma anche il mare antistante era diviso, con pali e reti, in zona riservata alle donne e zona riservata agli uomini.

Le pene, in caso di sconfinamento erano molto severe

Verso la fine degli anni venti l'ammiraglio Genoese Zerbi, sindaco di Reggio Calabria, si adoperò affinché nella zona della spiaggia dei Giunchi sorgesse un moderno Lido denominato, poi, "Lido Genoese Zerbi".

Questo nuovo complesso balneare, il primo nel meridione d'Italia, fu molto apprezzato dalla popolazione reggina e divenne, ben presto, centro di manifestazioni mondane, artistiche e sportive.

Sulla sua rotonda attraccarono imbarcazioni carichi di turisti delle zone limitrofe e da Messina.

Col sopraggiungere della II guerra mondiale il complesso fu adoperato dagli eserciti tedeschi prima e dagli americani dopo.

Varie vicende impedirono, sino al 1962, la possibilità di poter disporre di un nuovo lido, quando l'Amministrazione comunale di Reggio si rese conto della necessità per la città di avere un nuovo complesso balneare.

In quel periodo già funzionava il lido di Catona che attraeva molti bagnati dalle zone limitrofe e da Reggio.

I lavori per il nuovo lido cominciarono nel 1968 e, per via dei costi sempre più lievitanti, furono portati a termine nel 1990.

Oggi, il complesso balnerare, comprende 568 cabine disposte su due piani, un piazzale pedonale, un edificio poligonale e tre piani con relativa discoteca, night club e bar.

Lo spazio tra le cabine e la spiaggia è stato arricchito con profumati  alberi di oleandro, di palme, di pini, piante varie, vialetti, fontane, giochini, scivoli etc.

Bibliografia

Renato Laganà, "La città il mare", Gangemi Editore, Reggio Calabria, 1988;

Pier Francesco Arillotta, "Reggio e le sue strade, Briciole di storia nella topomastica cittadina", Reggio Calabria, 1967;

Luciana Menozzi, "Architettura e 'regime' - Reggio Calabria negli anni Venti", Gangemi Editore, Reggio Calabria, 1983;

Domenico Laruffa, 'Incontro con Reggio Calabria', Laruffa Editore, Reggio Calabria, 2003;

Gaetano Cingari, "Reggio Calabria", Editori Laterza, bari, 1988.

 

 SK

 t Indietro|Home|Index|Foto|Avanti u

 

  tutti i diritti riservati - mail: webmaster@maridelsud.com

 

  Risoluzione racc.: 800x600 pixels - 16.000.000 colori Browser minimo indicato: Internet Explorer 4.0 - Netscape Navigator 3.0.

 by Spiderkapp