www.maridelsud.com

Le più belle spiagge della Calabria

t Home|Index|Foto|Avanti u

Nino Calarco: webmaster, ideaz., prog., fotografia -  Mariella Di Pasquale: testi

 

 

L’antico Porto Ercole, cioè l’odierna Baia di Santa Maria, oggi fa parte del comune di Ricadi, ed è diventata, da circa trent’anni a questa parte, un ameno luogo di villeggiatura, come del resto tutta le zone  a ridosso del Capo.

Certo oggi il piccolo borgo si è molto dilatato per le nuove costruzioni (del resto in tutte le  spiagge  d’Italia è  accaduta pressappoco  la stessa cosa) ciò non toglie che è  sempre  bello ammirare  l’incantevole scenario della baia, l’antico Porto Ercole

riesce, malgrado tutto, a mantenere intatto il suo splendore specialmente in primavera, maggio-giugno, quando inondato quasi sempre dalla luce del sole, pare voglia amorevolmente racchiudere il mare fra le sue braccia: da una parte il braccio dell’alta costa di contrada Torre S.Maria pietrosa alla base con disseminati vari piccoli scogli frequentati dai pescatori subacquei, dall’altra il braccio della zona di Porticello con la Grotta dell’Aspide (si diceva infestata da serpenti)  e gli scogli della Galea che,

 
 

allungandosi nel mare sparsi come briciole di roccia  a volte ricamati di bianca schiuma quando batte lo scirocco, hanno come spinto lontano per un tratto quel piccolo scoglio che spicca là isolato fra le onde,  punto fermo a chiusura della baia.

 Già in maggio-giugno o dopo l’estate in settembre e fino a ottobre e anche novembre, se il tempo è bello nella baia assolata, si possono  fare dei bagni stupendi in acque marine sempre chiare e trasparenti, punteggiate di polvere d’oro, dove i pescatori subacquei, fra gli scogli di destra o di sinistra possono ancora trovare delle belle cernie.          

Al tramonto, quando il cielo assume sfumature diverse di colore man mano che il sole si abbassa,  è gradevole percepire nell’aria  l’odore di nepitella e origano ed  è bello poter ammirare in qualche angolo della zona rimasto intoccato, la delicata orchidea serapias lingua o il pancratium maritimum (giglio marino).

 
 

 

 Sk

 t Home|Index|Foto|Avanti u

 

  tutti i diritti riservati - mail: webmaster@maridelsud.com

 

  Risoluzione racc.: 800x600 pixels - 16 mil. colori Browser minimo indicato: Internet Explorer 4.0 - Netscape Navigator 3.0.

 by Spiderkapp