www.maridelsud.com

 Un tempo ... sullo Stretto ...

t Home|Index u

  Nino Calarco: webmaster, ideaz., prog., fotografia, testi - a cura di Www

 

Vi fu un uomo che non ebbe paura né di Scilla né di Cariddi ed affrontò tranquillamente l’infido canale senza barca e senza nave distendendo semplicemente sulle acque il proprio mantello.

E’ il più noto dei miracoli compiuti dal grande Santo calabrese, Francesco di Paola il quale nel 1464 doveva recarsi in Sicilia per aiutare alcuni fedeli.

Giunto a Catona con due confratelli trovò un battello in partenza per la Sicilia e pregò il barcaiolo affinché li traghettasse senza il dovuto compenso.

Ma ottenuto un brusco rifiuto, si pose in orazione, quindi, avvicinatosi alla battigia distese sulle acque dello Stretto il suo mantello e invitò i suoi due confratelli a salire.

Il mantello cominciò ad avanzare sulle acque consentendo ai tre fraticelli di giungere a Messina.

Il miracolo  si rinnovò  subito dopo  perché  al frate,  durante la sua permanenza in Sicilia, furono donati  dei giovenchi ed egli pensò di mandarli

ai confratelli lasciati nel convento in Calabria.

Dopo aver legato al collo degli animali una scritta con l’indirizzo del convento, comandò che andassero da soli, dopo averli benedetti.

Così le due bestie passarono lo Stretto senza timore né di Cariddi né di Scilla.

E senza alcun timore oggi si può navigare quell’incantevole tratto di mare servendosi di mezzi di navigazione che nulla hanno a temere per le forti correnti dello Stretto che si determinano ogni sei ore circa per la diversa altezza raggiunta dalle maree nel Tirreno e nello Ionio.       

 

 Sk

p Torna su    t home|index u

 

  tutti i diritti riservati - mail: webmaster@maridelsud.com

 

  Risoluzione racc.: 800x600 pixels - 16.000.000 colori Browser minimo indicato: Internet Explorer 4.0 - Netscape Navigator 3.0.

 by Spiderkapp