www.maridelsud.com

 Un tempo ... sullo Stretto ...

 Home|Index|Foto

  Nino Calarco: webmaster, ideaz., prog., fotografia, testi - a cura di Www

 

Aci e Galatea

Cariddi

Glauco

Colapesce

Fata Morgana

Fiorella

Fratelli Pii

Colonna di San Paolo

L'aquilotto di Scilla

Le campane di Tropea

Madonna di Tindari

Nino Martino

Origine di Stromboli

Papa Silvestro

Pietra Cappa

San Francesco

Santuzza

Scilla

 

 

Palmi,Monte Sant'Elia:

Statua di Sant'Elia sita nella chiesetta a Lui dedicata.

 

Lo Stromboli è un’isola dell’arcipelago delle Lipari, la più celebre per la sua attività vulcanica, posta di fronte alla costa tirrenica della Calabria ad incantare, al tramonto, per l’incendio di porpora e d’oro che gli fa da sfondo.

La sua origine e il motivo per cui sia stato collocato proprio in quello specchio di azzurro mare è argomento di una delle tante leggende che colorano i bellissimi luoghi dello Stretto.

Sul monte che sovrasta la cittadina di Palmi, un uomo dal volto nero, con un gran sacco sulle spalle, si presentò al Santo Elia, che se ne stava in solitaria meditazione.

L’uomo, che era il diavolo, aprì il sacco e mostrò al Santo una grande quantità di monete.

Raccontò che aveva trovato l’ingente fortuna in un casolare abbandonato e pensava  di  poterla  dividere col Santo,  il quale,  invece,  prese le  monete e cominciò a lanciarle lungo la china: mentre rotolavano si tramutavano in pietre nere, di quelle che ancora oggi si possono reperire sul monte.

Contrariato, il diavolo balzò in piedi, ma, all’improvviso, alle sue spalle si aprirono due grandi ali nere di pipistrello, con le quali egli si alzò in volo, planò sul mare e vi si tuffò sprofondando.

Le acque gorgogliarono e schiumarono, si innalzò una nuvolaglia e, quando questa si fu dileguata, ecco che sul mare si delineò un’isola a forma di cono, dalla cui sommità incavata uscivano lingue di fuoco e fumo: era lo Stromboli col demonio imprigionato che soffiava fiamme e tuoni.

Sul monte Sant’Elia si trova ancora un macigno con le impronte di unghie lasciate dal diavolo, prima di spiccare il volo per inabissarsi nel mare, mentre lo Stromboli, nei chiari tramonti, continua con fare sornione a fumare la sua antica pipa.

 

 

 

 Sk

Torna su         Home|Index|Foto

 

Tutti i diritti riservati - webmaster@maridelsud.com

 

  Sul web dal 1997

 by Spiderkapp